Sulla cosiddetta "situazione rivoluzionaria in sviluppo"

ovvero come economicismo e "maoismo" deformano

la categoria politica leninista di "situazione rivoluzionaria"

 

Da molti anni circola all'interno del movimento operaio e comunista il concetto di "situazione rivoluzionaria in sviluppo", elaborato dal gruppo che fa capo alla rivista "Rapporti Sociali" (RS), che ne ricava tutta una serie di conseguenze per la sua tattica politica. "Rapporti Sociali" afferma di aver tratto gli elementi fondamentali della sua elaborazione da Lenin e da un presunto sviluppo che l'analisi della situazione rivoluzionaria avrebbe avuto nel pensiero di Mao Tse-tung.

Cercheremo di dimostrare che l'elaborazione di RS non rappresenta un contributo a una sempre migliore conoscenza delle leggi oggettive di sviluppo della rivoluzione proletaria, ma una deformazione economicistica ed estremista del leninismo.

SEGUE NELLA RIVISTA